Centoseiesimi in sicurezza

Anche quest’anno è uscita la classifica del Sole 24Ore sulla qualità della vita in Italia divisa per province, e come al solito la città metropolitana di Bologna in materia di  sicurezza razzola sul fondo, al 106° posto su 110 disponibili.

Nel dettaglio siamo al 83° posto per furti d’auto (112,5 ogni 100.000 abitanti), siamo 99° per i furti in casa (607,8 ogni 100.000 abitanti), siamo al 101° per le rapine (83,1 ogni 100.000 abitanti), siamo al 107° per truffe e frodi informatiche (343,8 ogni 100.000 abitanti), e infine siamo al 109° posto per gli scippi e i borseggi (920,7 ogni 100.000 abitanti).

Sapendo che il numero di componenti per gruppo familiare nel nostro territorio è 2,11, quanto sopra significa che una famiglia su 461 ha subito il furto della propria auto, che una famiglia su 78 ha subito un furto in casa, che una una famiglia ogni 138 ha subito una truffa o una frode e che una famiglia ogni 51 ha subito uno scippo o un borseggio.

Di fronte a questi numeri la maggioranza piddinocentrica imolese da noi interrogata, in questi ultimi 4 anni si è sempre assolta con le seguenti motivazioni:
1) Imola non è Bologna e a Bologna c’è una grande stazione ferroviaria dove passano molte persone e quindi anche molti delinquenti.
2) L’insicurezza del nostro territorio è una percezione sbagliata dei cittadini fomentata dai populisti.
3) La colpa è dei nostri cittadini che hanno un senso della legalità “troppo sviluppato” che li porta a denunciare i reati molto di più che altrove.

Che Imola non sia Bologna e che a Bologna ci sia una stazione dove passano tante persone evidentemente per gli amministratori piddinocentrici sono delle importanti novità. Speriamo che queste sconvolgenti rivelazioni più che spingere questi ultimi a muoversi, cosa ritenuta impossibile ormai anche da molti operatori del settore, convinca tutti i cittadini o troppo populisti o con un senso della legalità “troppo sviluppato” a mandarli finalmente là dove meritano.

M5S Imola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *