PRIMA DI FIRMARE UN PROJECT E’ MEGLIO LEGGERLO

Si è svolta questa mattina la seduta di Commissione Bilancio richiesta dal Movimento 5 Stelle Imola, con oggetto la valutazione del project financing che vedrà, per i prossimi 10 anni, il Comune di Imola passare il controllo della gestione del proprio verde pubblico a una società privata. In estrema sintesi, si può dire che il progetto sia l’evoluzione di quanto fatto con BeniComuni, quando il Comune esternalizzò verso una società in house ciò che prima gestiva con forze proprie. Ora da BeniComuni si passa ad un progetto in project financing da 11 milioni di euro nel quale oltre alla manutenzione del verde si chiederà al vincitore della gara di indebitarsi per conto del comune per una cifra di circa un milione e quattrocento mila euro per realizzare lavori straordinari nelle zone verdi comunali. Siamo davvero sicuri che un privato riesca ad indebitarsi ad un tasso d’interesse minore di quello che potrebbe spuntare direttamente il comune? Non abbiamo avuto risposta.
Nel bando si parla anche di penali a carico del comune, ma a domanda diretta sull’importo di queste penali di nuovo non abbiamo avuto risposta. Ma se qualcuno venisse a casa vostra a fare un lavoro facendovi firmare un contratto nel quale si prevedono penali a vostro carico senza specificare l’importo, voi lo firmereste mai? Forse sì, ma solo se non vi prendeste la briga di leggerlo, e questa è l’impressione disarmante che abbiamo avuto noi oggi parlando col responsabile di Beni Comuni e l’assessore di riferimento Visani.
Si è parlato poi che il project financing è giustificato dal fatto della presenza del rischio d’impresa, che secondo il dirigente BeniComuni sarebbe rappresentato dal fatto che l’impresa vincitrice si impegnerà a prestazioni a suo dire superiori di quelle garantite fino ad oggi, tipo tagliare l’erba una volta di più in caso di sua crescita anomala, questo però non prima di un aggravio del 10% dei costi rispetto a quanto corrisposto oggi ai suoi fornitori, ovvero con un aumento del 10% dei costi per il verde che il Comune riconosce oggi a BeniComuni. Sbaglieremo ma riteniamo che molti imprenditori privati farebbero carte false per sopportare questo genere rischio d’impresa.
Concludendo come Movimento 5 Stelle contestiamo l’assoluta mancanza di informazione nei confronti dei consiglieri comunali da parte dell’Amministrazione nel progettare un investimento di questa portata e di tale durata, cosa che vista le risposte assolutamente non soddisfacenti ricevute oggi in commissione, aumenta ancor di più la nostra preoccupazione. Speriamo che l’Amministrazione colga l’occasione per rileggere più attentamente quello che finora ha dimostrato di non aver letto, sia per evitare sorprese amare alle amministrazioni che si succederanno alla presente sia per evitare ricorsi diretti contro di essa.
Movimento 5 Stelle Imola

2 comments for “PRIMA DI FIRMARE UN PROJECT E’ MEGLIO LEGGERLO

  1. franco landi
    29 marzo 2017 at 16:16

    Mi domando cosa si aspetta a segnalare all’antimafia questa vicenda su fatelo subito voi che avete i mezzi, tra le coop e mafia vanno a braccetto. grazie

    • Patrik Cavina
      30 marzo 2017 at 19:41

      Ciao Franco,
      Stiamo analizzando nel dettaglio questo bando pubblico.
      Continua a seguirci, ci potrebbero essere novità tra qualche settimana.
      A presto !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *