Il comune taglia il diritto allo studio

3E’ arrivata alle scuole la comunicazione che l’amministrazione comunale ha tagliato i fondi per il diritto allo studio. Perciò alle scuole statali non arriveranno più quelle risorse da parte del comune che erano destinate ad arricchire l’offerta formativa. Infatti, con tali contributi le scuole organizzavano percorsi di teatro, di musica, di arte oppure aderivano alle offerte formative proposte dalle agenzie territoriali. Perciò si assisterà ad un impoverimento della qualità della formazione nelle scuole statli imolesi e di conseguenza una minore distribuzione di fondi alle agenzie locali che proponevano percorsi formativi. Purtroppo l’assessore Visani esce con continui proclami in cui afferma che a Imola vengono supportati gli alunni D.S.A e B.E.S. ma questi, nella nostra città, a parte uno sportello a cui le famiglie possono rivolgersi, vengono lasciti completamente soli nel loro percorso formativo e i percorsi di recupero sono completamente a carico delle famiglie. L’amministrazione comunale mette solo a disposizione qualche educatore per gli alunni certificati solo per i casi più gravi. Ci dispiace renderci conto che i soldi ci sono, ma non per la scuola pubblica, che già tanto viene penalizzata a livello statale.

M5S Imola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *