La scuola prossima ventura.

Spread the love

In questo periodo un po’ per tutte le categorie, ma soprattutto per quanto riguarda la scuola, abbiamo assistito ad una corsa continua all’inseguimento dell’ “aprite tutto” che diventava “chiudete tutto” e poi ancora “aprite tutto” a seconda dello spostamento di un 1% dei sondaggi.
In questo valzer della follia si sono succeduti esponenti di vertice della destra, ma anche diversi “battitori liberi” della galassia DEM.
Su #Imola abbiamo poi iniziato ad ascoltare proposte lontane da ogni logica pervenute dai passati e forse futuri candidati assessori, e da altri esponenti più o meno al corrente della situazione reale.
Come MoVimento 5 Stelle di Imola, sul tema della scuola, abbiamo apprezzato e supportato la fermezza e la linearità del governo Conte.
La situazione generale, che sta ritornando verso la normalità in molti aspetti della nostra vita, anche sulla scuola non può che andare verso quella direzione. La prudenza del governo è dovuta e siamo decisamente concordi che a 2 mesi e mezzo dalla riapertura delle scuole è ancora impossibile dare indicazioni definitive.
Tuttavia nelle linee guida appena emesse dal Ministero della Pubblica Istruzione, si evince con chiarezza che le scuole dovranno organizzarsi tramite l’autonomia e la flessibilità, ad una riconfigurazione del gruppo classe in gruppi più piccoli di apprendimento, tramite turni differenziati e/o l’utilizzo di maggiori spazi.

Siamo anche assolutamente consapevoli che i sacrifici affrontati in questi mesi dalle famiglie imolesi, come quelli di tutta la popolazione italiana, debbano trovare risposte in chi si candida a governare la città.
Sappiamo che le scelte necessarie attuate dal governo per porre fine a questa maledetta pandemia sono arrivate a stravolgere la quotidianità scolastica ad ogni ordine e grado, con relativi sacrifici immensi per le famiglie.
I genitori hanno dovuto seguire i nuovi orari o luoghi di didattica, attivare a forza una connessione o dotarsi di dispositivi per le videolezioni, prendersi permessi dal lavoro a volte rischiando di perderlo, o affidarsi ai nonni che però in molti casi non possono realmente essere d’aiuto in questa nuova quotidianità. Il tutto con una grande ricaduta anche sugli insegnanti già vessati in questi ultimi vent’anni (così come la scuola pubblica e la sanità pubblica) dai politici di destra e di sinistra che si sono succeduti nei vari livelli istituzionali.

Il MoVimento 5 Stelle è al fianco di queste categorie, e sarà prontissimo, forte anche della positiva esperienza di Claudia Resta come assessore alla scuola negli ultimi 16 mesi, a predisporre immediatamente un piano operativo per permettere anche nella scuola un ritorno alla normalità.
Vogliamo sia chiaro una cosa: la didattica dovrà essere in presenza e senza limitazioni.
I bambini, già messi a dura prova durante i mesi di lockdown, dopo essere stati privati dei loro legami di amicizia e della loro quotidianità, hanno bisogno di riappropriarsi dei loro momenti di interazione sociale.
La scuola è il luogo della didattica e per trasmettere le conoscenze sono necessari i rapporti umani; nella scuola i rapporti interpersonali si iniziano a cementare e da qui dobbiamo ripartire.

Il Comune di Imola, con noi alla guida, sarà prontissimo fin da subito a seguire tutte le prescrizioni del Ministero per permettere il ritorno immediato, pur con tutte le precauzioni che arriveranno, entrate scaglionate e ambienti igienizzati, alla didattica in presenza.
Innanzitutto bisognerebbe avviare subito un monitoraggio sugli ambienti che il Comune potrà mettere a disposizione da settembre, su alcuni dei quali sono necessari interventi strutturali, come l’adeguamento dei servizi igienici per numero e dimensioni, agli alunni che andranno ad accogliere.

Siamo convinti che con una buona rete tra istituzioni, insegnanti e genitori ci sia la possibilità di insegnare ai bambini ad allontanare un po’ i banchi, seguire le norme igieniche e in generale usare il buon senso, e siamo anche convinti che tutto ciò possa risultare pure più semplice se iniziamo ad organizzarci quanto prima per arrivare preparati all’inizio dell’anno scolastico.

Movimento 5 Stelle Imola


Lascia un commento