La sinistra e le lotte sociali, il paradosso continua………………..

Spread the love

Dopo aver tentato di strumentalizzare la discussione in consiglio comunale di una delibera finalizzata ad abbattere barriere architettoniche in case popolari, al fine di poterle assegnare a persone con disabilita’, il PD, non pago dell’ennesima dimostrazione di essere CONTRO azioni che un tempo erano parte fondante dell’ideologia di sinistra (mah!), ora tenta ancora (maldestramente) di utilizzare a fini diffamatori e politici, un’azione di risposta ad un’urgenza abitativa per sfratto.

La consigliera Spadoni afferma che la Sindaca Sangiorgi avrebbe assegnato un alloggio alla famiglia sotto sfratto presentatasi in consiglio il 26 febbraio scorso. La realtà dei fatti, invece, racconta di un tempestivo intervento della prima cittadina per trovare una soluzione al nucleo familiare con 4 bambini che si è trovato senza casa perché sfrattato. Il tutto nel rispetto del regolamento comunale (modificato nel 2015 dalla giunta Manca) che impedisce l’attuazione di alcuna procedura di accoglienza in emergenza in appartamenti del comune perché non permesso dal regolamento stesso. Così la sindaca Sangiorgi ha contattato le realtà del territorio con disponibilità di appartamenti dedicati alle accoglienze, cercando di verificare l’effettiva possibilità di una sistemazione provvisoria. La ricerca ha prodotto il positivo riscontro di una associazione attraverso la disponibilità di un appartamento per un mese con costi a carico del nucleo familiare. Al momento, quindi, la famiglia è in contatto con una cooperativa che gestisce numerosi appartamenti per concretizzare un accordo di affitto.

Il tutto nel rispetto delle regole e senza aver in alcun modo scavalcato graduatorie di alloggi pubblici.

I numerosi attacchi strumentali verso la sindaca sono privi di fondamento ricordando alla consigliera Spadoni che le assegnazioni sono bloccate dal 2015, per decisione (o sarebbe più corretto dire COLPA?) del suo partito, il PD.

L’amministrazione Sangiorgi sta invece finalmente attuando la politica “di sinistra” che avrebbero dovuto sostenere loro. Comodo difendere gli immigrati solo per dare addosso al M5S e poi relegare una famiglia che lavora e paga regolarmente l’affitto in mezzo ad una strada. Viene quindi da chiedersi come mai un partito di sinistra, nato come ‘paladino dei diritti delle persone’, continui oggi ad arroccarsi su posizioni in antitesi alla soluzione di problemi gravi, come quello abitativo. Hanno forse optato per una opposizione contraria a tutto, anche all’aiuto ai propri concittadini a vivere meglio?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *