Manca verso Roma? Imola commissariata

Dopo aver fissato il record storico con una girandola di 11 assessori in 4 anni, pare giusto cambiare in corsa anche il sindaco. Daniele Manca, come fece Massimo Marchignoli nel 2008, è infatti pronto a lasciare in anticipo il Municipio con destinazione Roma. Alle ultime carezze mediatiche di Matteo Renzi al primo cittadino imolese, si aggiungono i conti esatti con Manca chiamato alle dimissioni per settembre per preparare la campagna elettorale che lo vedrà in un ruolo di maggior prestigio a livello nazionale.
Sarebbe giusto che queste programmazioni fossero state subito chiare già in campagna elettorale alle ultime Amministrative, chissà come l’elettorato avrebbe reagito davanti a questo piano che necessariamente identifica Imola come un trampolino di lancio e non un territorio da governare con serietà.
Anche qui i dati suffragano le teorie: negli ultimi quattro anni il primo cittadino inizialmente illudeva gli imolesi promettendo l’autonomia della nostra AUSL e poco dopo il suo insediamento ha portato avanti il progetto di integrazione AUSL IMOLA e BOLOGNA con i primi segnali negativi di questo assurdo progetto già sotto gli occhi di tutti i cittadini ;
ampliamento della discarica Tre Monti non era scritta nel programma elettorale della maggioranza ma costerà di risorse pubbliche almeno di 12 milioni di euro e senza nemmeno avere eseguito indagini epidemiologiche nella zona della discarica ; in termini di lavoro poco o nulla si è fatto e i numeri certificano un territorio che ancora oggi soffre della crisi con quasi 10mila lavoratori tra cassa integrazione e disoccupazione; la sicurezza stradale oltre a sistemare gli asfalti e illudere i propri cittadini in merito al termine dei lavori della Bretella, tutto fermo da ormai un decennio,non si sono viste migliorie progettuali a tutela degli utenti della strada; e sulla questione migranti il tema è stato affrontato al solo fine di ottenere finanziamenti pubblici da girare poi alle cooperative che si occupano di accoglienza, piuttosto che garantire sicurezza al territorio e dignità con servizi credibili al fenomeno migratorio.
Questo è il Made in Imola che il Pd vuole esportare a Roma.
Auguri!!!
Movimento 5 Stelle Imola
Rif.
Patrik Cavina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *