PRIVATIZZAZIONE SCUOLE COMUNALI: CHIAMIAMO LE COSE CON IL LORO NOME

Spread the love

SenzanomeDa più parti, ma soprattutto dai genitori che hanno manifestato contro la privatizzazione della scuola, ci si è chiesti come procederà, il prossimo anno scolastico, il progetto di privatizzazione degli asili comunali già avviato dal comune.

L’intenzione dell’amministrazione è difatti di privatizzare una sezione per questo anno scolastico per arrivare a cinque nel prossimo anno.

Quindi, malgrado le proteste dei genitori e la promessa del sindaco di assumere cinque persone con contratto a tempo determinato, si procederà in questo percorso? Quali sezioni verranno appaltate? Di quali scuole?

Queste sono alcune delle domande che il Movimento 5 Stelle intendeva chiedere nella commissione da loro convocata con oggetto “Privatizzazione scuola dell’infanzia: futuri sviluppi nel prossimo anno scolastico”.

Ma il presidente di commissione Gambi, tramite contatto telefonico, chiede di cambiare l’oggetto e di parlare della situazione generale delle scuole materne comunali. Questo si tradurrebbe nel solito monologo dell’assessore che, per quanto cambiato, ci illustrerebbe l’organizzazione delle scuole materne imolesi come era solito fare Visani che parlava per ore di come funzionano gli asili senza risolvere i veri problemi.

Perciò rispondiamo a questo giovane presidente di commissione che probabilmente avvicinato alla politica da valori di sinistra si è ben presto adeguato allo stile del palazzo, che non siamo d’accordo a parlare di tutto per non parlare di niente.

Noi vorremmo solo che le cose venissero chiamate con il loro nome: se si dovranno privatizzare le scuole comunali almeno che i cittadini lo sappiano!

Movimento 5 Stelle Imola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *