Il project financing piddino sul verde pubblico si è seccato

E così sembra proprio che avevamo ragione noi.

Il bando per il verde pubblico del comune di Imola oggetto del nostro esposto alla Corte dei Conti del 21 aprile scorso risulterebbe talmente fuori legge che Beni Comuni, la società comunale che lo aveva pubblicato, pare si sia decisa a ritirarlo senza nemmeno aspettare la pronuncia che successivamente aveva richiesto all’ANAC.

Quindi le criticità che avevamo rilevato, cioè che a carico del nostro comune in caso di rescissione del contratto erano previste pericolosissime penali non quantificate e che il ricorso allo strumento del project financing era assolutamente ingiustificato vista l’esiguità dell’investimento previsto in rapporto al valore totale del bando, pare fossero più che fondate.

Se le cose stanno come riportato dalla stampa questo significa tre cose, tutte politicamente pesantissime.

La prima è che Manca e soci hanno voluto un bando talmente fuori legge che davanti al nostro esposto poi non hanno trovato nessuno che ha avuto il coraggio di firmarlo. Un bel risultato per una maggioranza che al primo punto del suo programma scriveva “Moralità, etica, sobrietà e onestà saranno sempre le caratteristiche del nostro agire.”

La seconda è che i consiglieri di maggioranza non sono stati capaci di vedere un’illegalità macroscopica in un affare da ben 11 milioni di euro, cosa che nel migliore dei casi fa intendere come minimo la loro assoluta inadeguatezza a ricoprire tale carica, in quello peggiore lasciamo alla libera interpretazione degli imolesi cosa immaginare.

La terza è che in settant’anni il M5S è stata la prima forza politica d’opposizione in grado di mettere davvero il  tra le ruote ad un sistema che dal dopoguerra fino ad oggi ha permesso incredibilmente in sostanza ad un unico partito di governare in maniera sempre più arrogante e intimidatoria il nostro comune.

La buona notizia è che il prossimo anno questo sistema lo possiamo cambiare, davvero.

M5S Imola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *