Risposta a Solaroli

Spread the love

Senzanome26 settembre 2015

Risposta a Solaroli.

Sul Corriere del 26 settembre il presidente dell’ANPI Bruno Solaroli ritene “inaccettabile che non si rendano pubbliche le condizione praticate” dall’Autodromo di Imola per la festa del M5S che vi si terrà il 17 e 18 ottobre prossimi, aggiungendo che conviene anche a noi dare questa informazione, perché altrimenti, secondo lui, diventa legittimo pensare che dietro ci sia qualche imbroglio o regalia.

Se il nostro presidente dell’ANPI, così interessato all’argomento, si fosse preso la briga di venire lunedì 21 settembre alle 9 in consiglio comunale ad ascoltare la commissione convocata espressamente sul tema, e aperta a tutti i cittadini come tutte le commissioni comunali,  avrebbe ascoltato il presidente di Formula Imola dire che si sono mossi in coerenza col mandato della giunta di attirare iniziative che portano decine di migliaia di persone nella nostra città, cosa che per inciso darà una mano al settore alberghiero imolese, che nel primo semestre di quest’anno purtroppo ha registrato un calo di quasi il 10% delle presenze. Se Solaroli fosse venuto in commissione avrebbe sentito dire anche che questo genere di eventi sono molto ambiti pure da altri impianti, e quindi sarebbe piuttosto controproducente, per non dire stupido, informare la concorrenza delle mosse che stai facendo per batterla, magari pubblicando un bel listino prezzi. Se Solaroli fosse venuto in commissione avrebbe infine ascoltato il sottoscritto ripetere per l’ennesima volta che i conti saranno pubblicizzati a fine evento, come da nostro comunicato stampa che allego per sua, anche se tardiva, informazione. http://www.movimento5stelleimola.it/i-conti-della-festa/

Ma dato che il presidente dell’ANPI, così interessato all’argomento, in commissione non si è visto nemmeno da lontano perché sicuramente aveva cose più importante da fare, prima di rilasciare le sue dichiarazioni avrebbe potuto perlomento leggere i giornali locali, che hanno riportato in maniera ampia e dettagliata la questione che sopra ho appena abbozzato. Invece evidentemente no. Si vede che aveva ancora altre cose più importanti da fare.

Essendo di parte pure io, spero almeno che tra le cose più importanti da fare di Solaroli ci fosse anche quella di decidere, come l’ANPI di Maranello, non partecipare più alle prossime feste dell’Unità in quanto il PD, con parole loro, ha ormai “comportamenti censori più adatti al fascismo che alla sinistra italiana”, argomento forse più importate e sicuramente più legato alla carica che attualmente ricopre.

Sul monumento ai caduti della Resistenza in cima al monte Faggiola c’è la mai troppo ricordata iscrizione “Uomini siate vigilanti”. Prendendo spunto da questa bella frase auguro al presidente dell’ANPI di Imola di prenderla finalmente per buona e di vigilare perlomeno sulle commissioni comunali o sul nostro sito, e se proprio avesse cose più importanti da fare, di dare una letta ogni tanto ai giornali locali, dove come questa volta, avrebbe trovato le risposte già pubblicate addirittura prima delle sue congetture.

Claudio Frati

M5S Imola

1 comment for “Risposta a Solaroli

  1. GIUSEPPE TONNINI
    28 settembre 2015 at 16:13

    SE l’ex sindaco, l’ex parlamentare FOSSE COSì ATTENTO e chiedesse la publicazione dei costi e incassi delle feste dll’unita, PD, e eventi nei centri sociali pro PD…………….SE POI AVESSE TEMPO VEDERE QUANTO è stato investito nei centri sociali e quali sono i loro costi ecc……….. MA LASCIAMO PERDERE LORO SONO E RIMANGONO pdioti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *