Una risposta per la Caritas

Spread the love
Nel rapporto annuale della Caritas Imola, che fotografa un preoccupante aumento delle persone in grave difficoltà economica anche sul nostro territorio, ci si domanda come si è potuto giungere a questo punto e come si è potuto permettere che la forbice della disuguaglianza si allargasse così tanto.

Una modesta risposta è che finchè si vota per gente che fino a ieri ripeteva che l’austerità è bella anche se fa male perchè “celochiedeleuropa”, che gli italiani hanno vissuto troppi anni sopra le loro possibilità e che è giusto che ora espiino le loro colpe assaggiando la durezza del vivere, è normale che la povertà e le diseguaglianze aumentino.

A Imola poi pare che la situazione sia meno nera che da altre parti, perchè ricordiamo che dal 2011 ad oggi il numero dei poveri assoluti in Italia è passato da 2,6 a 4,7 milioni, quasi l’8% dei nostri connazionali, mentre quelli in povertà relativa ormai superano agevolmente il 20%.

In altre parole finchè il paziente continua a credere allo stesso dottore che gli ha prescritto sadicamente una cura che gli ha causato almeno 6 anni di patimenti assolutamente inutili è difficile pensare che la sua situazione migliori.

E’ ora di tornare a parlare di politiche espansive perchè noi siamo molto di più dell’incubo di un contabile, e queste ultime elezioni di sicuro una una buona notizia l’hanno portata: il paziente si sta svegliando.

Movimento 5 Stelle Imola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *