SENZA VERGOGNA

La questione è nota: alcuni cittadini sono ricorsi al TAR in merito alla classificazione acustica deliberata dall’amministrazione Comunale riguardante la zona del parco delle acque minerali e zone residenziali adiacenti. L’Amministrazione Comunale aveva deciso di declassare da area in classe 1 ad area in classe 4 il parco pubblico più importante della città e della zona residenziale adiacente. E’ bene ricordare cosa prevedono per legge le varie classi:
Classe 1: aree nelle quali la quiete rappresenta un elemento di base per la loro utilizzazione: aree ospedaliere, aree scolastiche, zone residenziali rurali, parchi pubblici.
Classe 4: aree urbane interessate da intenso traffico veicolare, con alta densità di popolazione, con elevata presenza di attività commerciali, uffici, attività artigianali e limitata presenza di piccole industrie.
Anche chi non è di Imola e vede su google maps la zona in questione, capisce che non è una zona con ALTA DENSITÀ di abitanti e non è una zona SEMI INDUSTRIALE. Ovviamente lo ha capito anche il TAR, che nella sentenza dichiara che la delibera è “radicalmente illegittima” e non procede neanche all’esame dei documenti proposti dai ricorrenti. Inoltre l’Amministrazione Comunale non si è neanche presentata al TAR per supportare le proprie ragioni.
Una storia finita in un Paese normale, ma non ad Imola.
Dopo aver straperso al TAR ed essere stati anche condannati a risarcire 15.000 euro di spese legali ai ricorrenti, l’Amministrazione Comunale ha fatto ricorso al secondo e ultimo grado di giudizio amministrativo, il Consiglio di Stato, stanziando altri 35.000 euro dei cittadini per combattere una guerra che parte dalla “radicale illegittimità” del TAR.
E’ una decisione che oltre a creare un danno economico, mira a trasformare una delle aree più amate dai cittadini ed oggettivamente più belle della città, in zona semi industriale.
Volete ancora cementificazione e declassamento del parco pubblico più importante della città in zona semi industriale?
Non ci sono parole, se non una: vergogna!!!
Movimento 5 Stelle Imola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *