Teleriscaldamento

Daniele Baraccani, portavoce M5S in consiglio comunale a Imola, intervista l’ing. Massimo Bolognesi, ambientalista e promotore del comitato telerimborsati.

I curiosi conti di HERA sul TLR

19 novembre ’14

Vi ricordate la commissione consigliare del 3 novembre sul condominio di via. S Francesco staccatosi dal teleriscaldamento dove l’ing. Ferraresi di HERA si difese dicendo, tra le altre cose, che se il medesimo nel 2013/2014 avesse cambiato tariffa da monomia a binomia avrebbe risparmiato? Bene, a noi risulta tutt’altro.

Il rappresentante di HERA in quella sede affermò che per l’anno 2013/2014 la tariffa monomia si attestava a 138 €/MWh iva compresa mentre quella binomia a 128 €/MWh. In poche parole la tesi era che davanti a un consumo di 83,4 MWh/anno di energia termica il solo cambio di contratto da ottobre 2013 ad aprile 2014 avrebbe fatto risparmiare al condominio in esame ben 834 €/anno.

Se il primo prezzo è giusto, il secondo a noi risulta invece 155 €/MWh (A)! In sintesi se il condominio in esame avesse cambiato tariffa da monomia a binomia invece che risparmiare 834 come sostenuto dal dirigente di HERA secondo i nostri conti, ricontrollati da professionisti, ne avrebbe spesi ben 1.568 € in più!

Evidentemente in HERA sono abituati a parlare con dei partiti che prendono per buona ogni slide che il potente di turno gli sottopone senza nemmeno prendersi la briga di fare la controprova.

Noi no. Ricordatevelo il 23 novembre.

Movimento 5 Stelle Imola

(A) Dettaglio conti caso condominio via S. Francesco.

I listini presenti in rete per nel periodo 15/10/13 al 15/04/14 per il TLR della zona IMOLA/FAENZA/CASTEL BOLOGNESE, ci dicono che con la tariffa MONOMIA il costo medio fu di 136 euro/MWh (con un minimo di 132 euro/MWh e un massimo di 139 euro/MWh iva compresa) a cui aggiungere il costo annuale del noleggio contatore pari a 34,64 € (per impianti oltre i 23kw).

Per la tariffa BINOMIA invece sempre per il medesimo periodo il costo medio fu di 101 euro/MWh (con un minimo di 98 euro/MWh e un massimo a 103 euro/MWh sempre iva compresa), a cui aggiungere un costo medio per potenza impegnata per KW/anno di 31,66 euro/KW (con un minimo di 30,67 euro/KW a un massimo di 32,38 euro/KW), a cui aggiungere il noleggio contatore pari in questo caso a 107,58 euro.

Sapendo che il consumo del condominio in esame fu esattamente di 83,434 MWh con una potenza impegnata di 139,53 kw (dato utile per il conto della tariffa binomia) si scopre che:

1) Con la tariffa monomia il consumo di 83,4 MWh moltiplicato per 136 €/MWh porta a un costo di 11.347 euro (iva compresa) a cui aggiungerci il costo di 34,64 euro di noleggio contatore.Totale 11.381,64 € pari a 136,4€/MWh, quindi qui Ferraresi parlando di 138 €/MWh ha sostanzialmente detto giusto e glielo riconosciamo.

2) Con la tariffa binomia il consumo di 83,4 MWh moltiplicato per 101 €/MWh porta a un costo di 8.426 euro al quale aggiungere la quota potenza pari a 139,530KWx 31,66 euro/KW uguale a 4.417 euro (iva inclusa) per un totale di 12.843 euro a cui mancano ancora i 107,58 euro di noleggio contatore. Totale 12 950,58 pari a ben 155€/MWh!.

M5S Imola

Commissione del 3 novembre sul teleriscaldamento.

La notizia veramente utile per gli imolesi è che HERA nell’ultimo anno ha fornito consulenza a 200 dei suoi 5600 utenti del teleriscaldamento, e in tre quarti circa dei casi rimodulando la tariffa (un po’ come accade con le banche o i gestori telefonici quando li minacci di andartene), questi hanno visto scendere i loro costi “dal 20 al 30%”, e queste sono parole dell’ing. Ferraresi di HERA. In altri termini vi consigliamo quanto prima di telefonare direttamente o fare telefonare dal vostro amministratore di condominio ad HERA per contrattare sul prezzo del teleriscaldamento, perché dati sempre di HERA avrete il 75% di probabilità di risparmiare 200 o 300 euro ogni 1000 pagati.Questo almeno finché la maggioranza del consiglio comunale su nostra proposta non deciderà che questa “consulenza agli utenti” venga inserita nella convenzione e diventi quindi una pratica obbligatoria per il gestore del servizio.La domanda che ci facciamo è come mai nessuno ci ha pensato prima.

Qui trovi la registrazione della commissione sul teleriscaldamento del 03\10\2014

M5S Imola

bolognesi sul carlino

Conclusione indagine ANTITRUST teleriscaldamento

Alla luce di quanto emerso nell’incontro con l’Ing. Massimo Bolognesi del 18 luglio 2014, abbiamo il dovere di verificare l’effettiva efficienza del sistema TLR della nostra città al fine di individuare le cause e identificarne le possibili soluzioni per ottenerne un beneficio nelle bollette degli utenti. Slide Ing. M.Bolognesi

A tale proposito, al fine di valutare l’efficienza del sistema TLR, siamo a domandare all’ Amministrazione Comunale di richiedere a HERA quanto segue:

– Quanta energia (combustibile) è stata consumata per ogni anno di vita della centrale?
– Quanta energia elettrica è stata immessa in rete?
– Quanta energia termica è stata venduta?
(senza quella persa nei 130 km di tubazione)
– I dati ottenuti potranno consentirci di capire se i costi alti del TLR siano dovuti o no alla sua effettiva efficienza nonostante le innumerevoli agevolazioni di cui questo beneficia?

Inoltre chiediamo all’Amministrazione Comunale quale tipo di controllo abbia
operato al fine di applicare quanto disposto dalla Delibera Comunale n.177 del
12/10/2006.

M5S Imola

6 comments for “Teleriscaldamento

  1. 20 luglio 2014 at 14:05

    Stessa battaglia che si sta facendo a Rimini contro SGR. ……(Grazie Massimo).

  2. Lorenzo
    28 agosto 2014 at 18:35

    Se non vi rispondono rapidamente, vuol dire che in sostanza:
    – non sanno quanto gas hanno comprato
    – non sanno quanta energia elettrica hanno venduto al GSE
    – non sanno quanto calore hanno venduto ai condomini
    … chissà come avranno fatto il bilancio…

  3. Patrik
    21 ottobre 2014 at 14:37

    Il 3 novembre quasi probailemte verrà confermata la convocazione della commissione con oggetto: TELERISCALDAMENTO.
    Rimanete sintonizzati !!!

    • paolo boccali
      24 ottobre 2014 at 20:57

      Fate sapere come, dove, quando e a che ora vedere o ascoltare cosa viene detto in tale commissione. Mille grazie

  4. paolo boccali
    26 novembre 2014 at 17:37

    Se non ci sarà una marcia di protesta al Comune o alla sede di Hera con una numerosa partecipazione dei cittadini direttamente interessati dall’esoso sistema del teleriscaldamento, Hera continuerà a fare orecchie da mercanti.
    Riusciranno questi cittadini a svegliarsi dal torpore in cui sembrano essere caduti?

  5. Ermete
    27 novembre 2014 at 00:28

    65 anni di valium sono difficili da smaltire!
    In ogni caso io ci sarò!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *