IL TRADIMENTO DEL REGOLAMENTO ANTENNE

Quando una comunità si da una regola lo fa perché la ritene importante. Nel regolamento sull’installazione impianti telefonia mobile del comune di Imola approvato dal consiglio comunale il 25 giugno 2014, grazie ad un nostro emendamento al punto 7.3 nero su bianco è stabilito che al fine di informare la cittadinanza devono essere organizzate delle “assemblee pubbliche“.

 La notizia è che per le antenne che il comune vorrebbe ora installare con la delibera che è  stata discussa oggi in consiglio l’amministrazione non ha organizzato nessuna assemblea pubblica.
In altre parole la maggioranza piddinocentrica che purtroppo governa ancora la nostra città prima ha approvato il regolamento sulle antenne poi è stata la prima a tradirlo. I cani per marcare il loro territorio urinano contro i muri, il PD e soci evidentemente devono farlo sui regolamenti.
Per questo motivo oggi pomeriggio in consiglio abbiamo chiesto ufficialmente di ritirare la delibera e organizzare quelle assemblee pubbliche che il regolamento prevede e che in questo caso non si sono svolte. Quanto da noi richiesto come previsto dal Regolamento non è  stato preso in considerazione.
Un altro schiaffo verso coloro che credono ancora nelle istituzioni.
Prima volge a termine il mandato di quest’amministrazione meglio è per tutti i cittadini imolesi.
Movimento 5 Stelle Imola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *